Cerca per ordine alfabetico
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
ENULA CAMPANA

ENULA CAMPANA

Inula helenium L

L’enula campana o elenio è una pianta erbacea perenne, a fusto eretto, ramificato solo all’infiorescenza. Le foglie, specie quelle radicali, di notevoli dimensioni, raggiungono anche la lunghezza di mezzo metro. I fiori, capolini radi all’estremità del fusto, sono piuttosto grandi e di colore giallo. Il nome “helenium” deriva dalla leggenda secondo cui la pianta sarebbe nata dalle lacrime di Elena, moglie di Menelao, a causa della guerra di Troia. L’enula detta anche “antiveleno”, viene esaltata nell’antichità da Dioscoride e Plinio.

PROPRIETÀ ED UTILIZZO
L'Enula viene usata in fitoterapia ad uso interno per le sue proprietà: coleretiche, colagoghe, diuretiche, stomachiche, bechiche ed espettoranti, mentre per uso esterno vanta proprietà antimicotiche.
L'Enula trova quindi impiego per uso interno nel trattamento delle affezioni delle vie respiratorie, della tosse, della dispepsia e dell'ipertensione, della gotta e delle forme reumatiche. Per uso esterno, l'Enula è indicata per le dermatiti, per l'herpes labiale e per il trattamento del prurito.
Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono: le radici ed i rizomi. I principi attivi contenuti nelle radici e nel rizoma dell'Enula campana sono: olio essenziale, lattoni sesquiterpenici, alantolattoni, idrocarburi sesquiterpenici, beta-sitosterolo, stignasterolo, inulina, mucillagine, pectine ed acido ascorbico.